Master professionalità docente - Fondazione M.E.C.

contatore gratis per siti web
Vai ai contenuti
1. Che cos’è un Master ?

Il Master è un corso di perfezionamento post-laurea di 1500 ore, pari a 60 Crediti Formativi Universitari (C.F.U.). Il Master si svolge generalmente in un anno, ma è possibile conseguirlo anche in due anni.

2. È possibile l’ iscrizione ad un Master e a Corsi di Laurea in con-temporanea ?

Non è consentita l’ iscrizione contemporanea ad un Master e a Corsi di Laurea vec-chio ordinamento, Laurea, Laurea specialistica/magistrale, Scuole di specializzazio-ne, Dottorati di ricerca/Scuole di dottorato, ulteriori Master, Corsi di specializzazio-ne per il sostegno didattico agli alunni con disabilità e Corsi di perfezionamento per l’insegnamento di una disciplina non linguistica in lingua straniera ed altro (art. 142 del T.U. n. 1592/1933).  L’incompatibilità non si applica per quei corsi o attività for-mative per i quali si sono concluse tutte le attività didattiche e/o di tirocinio e lo stu-dente è in debito delle sole prove di verifica e/o della prova finale. Sono fatte salve le disposizioni di incompatibilità stabilite da specifiche norme. Gli iscritti ad altro corso di studio potranno presentare istanza di sospensione degli studi alla Segreteria Stu-denti di riferimento per tutta la durata legale del corso di Master. La violazione della norma comporta l’annullamento automatico dell’iscrizione al Master.

3. Che cos’è il “Master in scienze della professionalità docente e in management delle istituzioni scolastiche ed educative” organizzato dalla Fondazione MEC?

La Fondazione "Missione Educativa Condivisa" (M.E.C.), in convenzione con l’Università “DANTE ALIGHIERI”, organizza il “Master in scienze della profes-sionalità docente e in management delle istituzioni scolastiche ed educative” con l’obiettivo di qualificare i Docenti delle scuole di ogni ordine e grado e gli aspiranti all’insegnamento. Esso è una risposta concreta alla sfida della formazione integrale dei Docenti delle scuole pubbliche statali e delle scuole pubbliche paritarie.

4. Chi sono i destinatari del Master

I destinatari sono:
a) I Docenti in servizio nelle scuole pubbliche italiane (statali e paritarie) di ogni or-dine e grado.
b) I Laureati aspiranti all’insegnamento.
c) Chiunque è in possesso della Laurea.

5. Quali sono i titoli di studio per l’iscrizione al Master ?

a) La Laurea triennale (per conseguire il Master di 1° livello)
b) La Laurea quinquennale - oppure quadriennale del vecchio ordinamento – (per conse-guire il Master di 2° livello).

6. Quali sono i titoli accademici in Scienze Religiose che consentono l’iscrizione al Master? :

a) Chi è in possesso di Laurea in Scienze Religiose di durata quinquennale può iscriversi al Master di secondo livello.
b) Chi è in possesso di Diploma in Scienze Religiose, conseguito presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose, di durata quadriennale, può accedere al Master di primo livello.
c) Chi è in possesso di Diploma in Scienze Religiose, conseguito presso l’Istituto di Scienze Religiose, di durata triennale, può accedere al Master di primo livello.


STRUTTUR DEL MASTER – PIANO DI STUDI

7. Come è strutturato il “Master in scienze della professionalità do-cente e in management delle istituzioni scolastiche e formative” or-ganizzato dalla Fondazione MEC?

Il Master è strutturato in tre aree, per complessivi 16 Corsi (moduli).
a) Area dottrinale (2 corsi o moduli)
b) Area educativa (12 corsi o moduli)
c) Area dei carismi educativi (2 corsi o moduli)

 Il Master si consegue al termine della frequenza dei “moduli” previsti nelle tre aree, con la discussione della Tesi finale.

 Ogni Modulo consiste nella lettura critica e nello studio di articoli, pubblicati da specialisti delle scienze psicopedagogico-didattiche su “Rivista Lasalliana”, Tri-mestrale di cultura e formazione pedagogica, e inviati, via mail, ad ogni partecipante.
 Ogni Modulo prevede una “verifica scritta”.

 Al termine di ogni Modulo sarà rilasciato ai partecipanti un Attestato di ag-giornamento, riconosciuto dal MIUR (art. 1, comma 124, Legge 107/2015, decreto ministeriale n. 797 del 19.10.2016).


AREA DOTTRINALE
L’educazione cristiana implica la conoscenza delle verità della fede e dei principi della vita spirituale

8. Quali sono gli obiettivi dell’area dottrinale?

Il Master M.E.C. è finalizzato alla formazione integrale dei docenti che desiderano svolgere la loro professione docente come “vocazione” e “missione”, secondo i fon-damenti della pedagogia cristiana. In tale prospettiva, l’area dottrinale ha come obiettivi lo studio della concezione cristiana della vita, del mondo, della storia e della cul-tura, quale emerge dalla conoscenza dalla vita e dall’opera di Gesù di Nazaret, secondo i Vangeli canonici.
Già il Concilio Vaticano II, nella Dichiarazione “Gravissimum Educationis”, affermava espressamente: “Gli insegnanti cristiani devono prepararsi scrupolosamente, per es-sere forniti della scienza sia profana, sia religiosa, attestata dai relativi titoli di stu-dio, e ampiamente esperti nell’arte pedagogica, aggiornata con le scoperte del pro-gresso contemporaneo” (n. 8).

9.Quali sono i testi per l’approfondimento dell’area dottrinale?

DONATO PETTI, Alla scuola del Vangelo di Matteo. La pasqua settimanale degli Educato-ri. Vademecum per Insegnanti e Genitori, MIMEP, Pessano con Bornago (MI), 2019.
DONATO PETTI, Alla scuola del Vangelo di Marco. La pasqua settimanale degli Educato-ri. Vademecum per Insegnanti e Genitori, MIMEP, Pessano con Bornago (MI), 2020.
DONATO PETTI, Alla scuola del Vangelo di Luca. La pasqua settimanale degli Educatori. Vademecum per Insegnanti e Genitori, MIMEP, Pessano con Bornago (MI), 2021.


AREA EDUCATIVA

10. Quali sono gli obiettivi dell’area educativa?

Gli obietti dell’area educativa sono: la formazione professionale degli insegnanti, la qualità culturale del loro insegnamento, il potenziamento delle capacità relazionale, delle competenze antropologiche, psicopedagogiche, didattiche e organizzative della professionalità docente.

11. Quali sono, in particolare, le tematiche oggetto del Master per i vari ambiti disciplinari?

 Negli ambiti disciplinari della pedagogia, della pedagogia speciale e didattica dell’inclusione saranno oggetto di approfondimento, fra le altre, le seguenti temati-che:

1. La funzione docente
2. Il patto educativo globale
3. La formazione in servizio dei docenti
4. L’inclusione e disabilità
5. La scuola paritaria
6. La fratellanza universale

Nell’ambito disciplinare della psicologia dell’apprendimento saranno oggetto di ap-profondimento, fra le altre, le seguenti tematiche:

1. Educazione e gender
2. Orientamento educativo
3. Insegnamento e apprendimento
4. Questioni di educazione cristiana

 Nell’ambito disciplinare dell’antropologia e della storia del pensiero filosofico sa-ranno oggetto di approfondimento, fra le altre, le seguenti tematiche:

1. Fondamenti epistemologici della professionalità docente
2. Le sfide educative odierne
3. Educazione e valori
4. Libertà di scelta educativa in Italia come in Europa

 Nell’ambito disciplinare delle scienze metodologiche, della legislazione e tecnolo-gie didattiche saranno oggetto di approfondimento, fra le altre, le seguenti tematiche:

1. I fondamenti di management della scuola
2. Il curricolo, l’innovazione e la valutazione  
3. L’insegnamento per competenze mediante nuove tecnologie
4. La didattica a distanza
5. Insegnamento dell’educazione civica
6. Educazione e sport
7. Educazione religiosa


AREA DEI CARISMI EDUCATIVI
La comunione dei carismi crea rapporti sempre più profondi sul piano professionale e su quello personale

12. Quali sono gli obiettivi dell’area dei carismi?

Il Master MEC, che si prefigge la formazione integrale dei docenti delle scuole di ogni ordine e grado, vuole recuperare, a beneficio del nostro tempo, la straordinaria ric-chezza della tradizione pedagogica e spirituale delle Famiglie Religiose femminili e maschili che da secoli si sono dedicate all’istruzione e all’educazione dell’infanzia e della gioventù, proponendo agli educatori del nostro tempo:
a) la professione docente come “vocazione” e “missione”, nello spirito di sussidia-rietà con la famiglia per il bene comune;
b) L’approfondimento della mediazione tra cultura, fede religiosa e vita per l’educazione integrale delle nuove generazioni.

13. Quali sono gli argomenti e i testi proposti per l’approfondimento dell’area dei carismi ?

Nella terza area del Master sarà presentata la storia dei carismi educativi di ieri e di oggi, con particolare riferimento alla loro attualità, attingendo ai volumi:
 DONATO PETTI (a cura), I carismi educativi ieri e oggi, MIMEP, Pessano con Bor-nago (Milano), 2020.
 DONATO PETTI, Opzione de La Salle. Ripartiamo dall’educazione cristiana, Effatà editrice, Cantalupa (Torino), 2019.


REGOLAMENTO

Conseguimento dei crediti
14. Come si possono conseguire i crediti formativi universitari?

Il conseguimento dei crediti formativi universitari (CFU) corrispondenti all’articolazione delle varie attività formative è subordinato a verifiche di accerta-mento delle conoscenze e competenze acquisite.

Indicazioni per stilare le relazioni scritte di profitto

15. Quali sono le indicazioni per stilare le relazioni scritte di profitto al termine di ogni Corso (o modulo) di formazione ?

Ogni corso (o modulo) di formazione prevede una verifica scritta. Essa è finalizzata ad accertare l’adeguata preparazione dei partecipanti all’attività formativa, per il conseguimento dei crediti corrispondenti alle varie proposte formative.

Indicazioni per le relazioni dell’Area dottrinale

1. Relazione sul libro “Alla scuola del Vangelo di Matteo”. La Pasqua settimanale degli educatori, MIMEP-Docete, 2019.

a) Leggere e meditare, settimanalmente, il commento esegetico del brano del Vangelo contenuto nel libro.
b) Annotare settimanalmente il proprio commento sul tema: Gesù “Maestro” ed “Educatore”, come risalta dal brano evangelico, anche alla luce delle meditazioni di S. Giovanni Battista de La Salle, poste alla fine di ogni capitolo (Parole che edu-cano).
c) Alla fine del percorso formativo (nel mese di novembre, al termine dell’anno li-turgico), dare unità alle proprie riflessioni settimanali sul tema: “Gesù maestro ed educatore” e  stilare la relazione finale che avrà come titolo: “I tratti fondamen-tali di Gesù “Maestro” ed “Educatore” alla luce del Vangelo di Matteo”.

2. Relazione sul libro “Alla scuola del Vangelo di Marco”. La Pasqua settimanale degli educatori, MIMEP-Docete, 2020.

a) Leggere e meditare, settimanalmente, il commento esegetico del brano del Vangelo contenuto nel libro.
b) Annotare settimanalmente il proprio commento sul tema: “Gesù Messia e Figlio di Dio”, come risalta dal brano evangelico, anche alla luce dei brani del Catechi-smo della Chiesa Cattolica posti alla fine di ogni capitolo (Parole che educano).
c) Alla fine del percorso formativo (nel mese di novembre, al termine dell’anno li-turgico), dare unità alle proprie riflessioni settimanali sul tema: “Gesù Messia e Figlio di Dio” e stilare la relazione finale che avrà come titolo: “I tratti fonda-mentali di “Gesù Messia e Figlio di Dio” alla luce del Vangelo di Marco”.

3. Relazione sul libro “Alla scuola del Vangelo di Luca”. La Pasqua settimanale degli educatori, MIMEP-Docete, 2021.

d) Leggere e meditare, settimanalmente, il commento esegetico del brano del Vangelo contenuto nel libro.
e) Annotare settimanalmente il proprio commento sui temi: “Il Vangelo della gioia”,  “Il Vangelo della dei poveri, della tenerezza e della misericordia”, “Il Vangelo della salvezza universale”, “Il Vangelo della preghiera” come risalta dal brano evangelico, anche alla luce dei brani del Catechismo della Chiesa Cattolica posti alla fine di ogni capitolo (Parole che educano).
f) Alla fine del percorso formativo (nel mese di novembre, al termine dell’anno li-turgico), dare unità alle proprie riflessioni settimanali e  stilare la relazione finale che avrà come titolo: “Il Vangelo della gioia”,  “Il Vangelo della dei poveri, del-la tenerezza e della misericordia”, “Il Vangelo della salvezza universale”, “Il Vangelo della preghiera”.

Indicazioni per le relazioni dell’Area educativa

a) Leggere criticamente gli articoli di Rivista Lasalliana relativi ai singoli Corsi (mo-duli), inviati in PDF. Se sono più di 4, sceglierne 4.

b) Sintetizzare le tesi espresse dagli autori, quali risultano dalla lettura di 4 articoli tra quelli proposti, aggiungendo le considerazioni personali.

c) L’unica relazione dovrà contenere la sintesi di ciascuno dei quattro articoli. Il tito-lo della relazione è il tema del Corso; i paragrafi della relazione sono i titoli dei quattro articoli.

d) Non sono prese in considerazioni le relazioni “copia e incolla”, stilate attingendo a siti internet.

Indicazioni per le relazioni dell’Area dei Carismi

1. Relazione sul libro: DONATO PETTI, “Opzione de La Salle”. Ripartiamo dall’educazione cristiana. Vademecum per Genitori e Insegnanti, Effatà editrice, 2019.

a) Leggere il libro e meditare il pensiero di S. Giovanni Battista de La Salle, patrono degli educatori cristiani.
b) Sintetizzare il pensiero pedagogico di S. Giovanni Battista de La Salle in dieci pun-ti, formulando un: “Decalogo dell’educatore lasalliano”.

Oppure, in alternativa:

De La Salle. Missione educativa (a cura di Donato Petti), Editrice Morcelliana, 2020.

a) Leggere il libro e meditare il pensiero di S. Giovanni Battista de La Salle, patrono degli educatori cristiani.
b) Sintetizzare il pensiero pedagogico di S. Giovanni Battista de La Salle in dieci pun-ti, intitolandolo: “L’educatore cristiano, secondo il de La Salle”.


Le relazioni si inviano alle seguenti mail:
Direzione: donatopetti2015@gmail.com
Segreteria:  mec20.info@gmail.com


Esame finale
16. In che cosa consiste l’esame finale del Master?

 L’esame finale consiste nella discussione, dinanzi ad una commissione, di una Tesi scritta (15-50 pagine di formato A4) su un argomento relativo ad una delle tre aree del Master.

Valutazione finale

17. Come viene assegnata la valutazione finale del Master?

La valutazione finale è assegnata dalla Commissione in centodecimi. Lo studente su-pera la prova finale quando consegue una votazione complessiva non inferiore a ses-santasei centodecimi, con giudizio positivo assegnato alla prova finale. L’assegnazione del voto finale tiene conto anche delle valutazioni conseguite nelle at-tività formative intermedie. Qualora il voto finale sia centodieci, può essere concessa la lode.

Luogo dell’esame finale

18. Dove ha luogo l’esame finale del Master?

 L’esame finale si svolge in videoconferenza.

Tempi per l’iscrizione

19. Quando si produce la domanda di iscrizione per il conseguimento del Master?

 La domanda per il conseguimento del Master può essere formalizzata al termine della frequenza dei primi 8 (otto) Corsi (moduli) di formazione o aggiornamento.

Modalità di iscrizione

20. Quali sono le modalità per produrre la domanda per il consegui-mento del Master ?

1. Immatricolazione
2. Autocertificazione (di non frequenza contemporanea di un altro Corso accademico, tranne “Corsi di perfezionamento”)
3. Il curriculum vitae (modello europeo)
4. Documento di riconoscimento e codice fiscale
5. Piano di studi
6. Attestati delle verifiche intermedie
7. Domanda di esame finale
8. Tesi di diploma (in word e PDF)
Tutta la documentazione va inviata alle seguenti mail:
Direzione: donatopetti2015@gmail.com
Segreteria: mec20.info@gmail.com

Costi
21. Qual è il costo per il conseguimento del Master?

Bonifico di € 400 (quattrocento) all’Università “Dante Alighieri”, così intestato:

UNIVERSITÀ PER STRANIERI “DANTE ALIGHIERI” UNISTRADA MEDALICS
Codice IBAN: IT57T0103016300000003332373)
Conto corrente bancario n. 33323.73 presso
MONTE DEI PASCHI DI SIENA – SEDE DI REGGIO CALABRIA
Causale “Master in Scienze della professionalità docente e in management delle istituzioni scolastiche ed educative"

Diploma di Master

22. Quando verrà rilasciato il diploma di Master?

A conclusione del Master, agli iscritti che abbiano adempiuto agli obblighi didattici e amministrativi, superata la prova finale, viene rilasciato il titolo di Master dall’Università Internazionale “Dante Alighieri” di Reggio Calabria.
 Tassa pergamena: €   50,00 (cinquanta)

Logo Fondazione MEC
Collegamento Skype
Conversazione Whatsapp
Posta elettronica
Contatto telefono
M.E.C. insieme per l'educazione
Torna ai contenuti